Smart TV: smart mica tanto …

Le smart tv sono i nuovi computer?

forse si ma di certo non sono così smart come vorrebbero farci credere.

Nel mondo vi sono diversi competitors che si stanno sfidando dal punto di vista tecnologico nel campo delle Smart Television, oggi analizziamo le Piattaforme Smart che utilizzano.

Vi è da Dire che tutte utilizzano della App dedicate, fatte da sviluppatori interni, per le principali e più comuni e delle altre “costruite” appositamente da società esterne personalizzate per un tipo di piattaforma facendo si che potremmo trovare una App di nostro interesse solo per una marca di Tv e non in un’altra creando molta confusione nel Consumatore.

Come negli Smartphone, anche nei sistemi operativi delle televisioni abbiamo delle App preinstallate dal produttore e delle App che possiamo scegliere a nostro piacimento che varieranno a seconda dello Store che abbiamo a disposizione e della nazione in cui viviamo…

Infatti a seconda della Nazione/Regione del mondo in cui viviamo avremo a disposizione più o meno App a secondo della marca della Tv che andremo a comprare, quindi accade che per l’Italia una determinata marca di Tv abbia poche App a disposizione mentre in un’altra ne abbia tantissime di più, creando molta confusione a chi deve scegliere un prodotto.

Le principali piattaforme Smart legate ad ogni marchio di produzione Tv sono

Samsung con l’eco sistema Tizen

Lg con la piattaforma Smart WebOs 3.0

Philips, Sony e Sharp con l’Ecosistema Android Tv

Panasonic con My Home Screen 2.0 sviluppo Firefox OS

HiSense con la piattaforma Vidaa U

 

Partiamo quindi ora ad analizzare la piattaforma Tizen di Samsung, produttore coreano sempre sul podio nella vendita in tutto al mondo la sua Smart TV con l’adozione di Tizen, ha dato modernità al suo sistema operativo basato su Linux rispondendo alle richieste più importanti dei suoi utenti: mettere a disposizione di tutti gli sviluppatori un ecosistema che consenta di creare applicazioni ricche di funzionalità e di facile utilizzo, per garantire un’esperienza di utilizzo Fluida e veloce.

Il sistema operativo Tizen è stato pensato per moltissimi di dispositivi come smartphone, tablet, PC, elettrodomestici, fotocamere fino alle automobili. Samsung è stata la prima nell’adozione di Tizen, avendolo utilizzato nella sua gamma di smart watch Samsung Gear.

Si tratta di un ecosistema talmente avanzato che è in grado di offrire strumenti di sviluppo tali che i programmatori riescono a realizzare applicazioni con la stessa qualità che si trova su smartphone e tablet.

Con il tempo Tizen quindi verrà utilizzato sempre più dispositivi, creando un vero e proprio ecosistema in cui diverse tipologie di  elettrodomestici e macchine potranno dialogare in modo diretto tra loro e noi potremo controllarle comodamente dal nostro divano difronte al Televisore vero e proprio centro di controllo Domotico.

Lg invece utilizza l’ecosistema Smart WebOs arrivato alla versione 3.0 per risolvere tutti i problemi avuto in passato e migliorare l’esperienza interattiva sulle sue Televisioni. 

Lg principale concorrente della sua conterranea Samsung è sicuramente Numero 1 al mondo nella produzione di Pannelli Lcd e OLED il cui acronimo è Organic Light Emitting Diode, ovvero diodo organico a emissione di luce la cui principale caratteristica è quella di permettere la realizzazione di display a colori capaci di emettere luce propria dando un Nero profondo paragonabile a quello dei vecchi Plasma e quindi senza bisogno di retroilluminazione.  

Questi Oled sono delicati e molto costosi da produrre tant’è che Lg è il Leader indiscusso e quasi unico fornitore al mondo di pannelli OLED per tutte le marche di TV e telefonini, tra cui Samsung WebOs 3.0 ha apportato al sistema operativo Coreano delle novità per avvicinarlo al concorrente Tizen infatti LG ha migliorato i sui punti deboli, migliorando soprattutto la reattività del suo sistema, poco veloce sui modelli del 2014.

Il nuovo 3.0 è ora il 40% più veloce all’avvio ed anche il passaggio da un’app all’altra è migliorato: si parla di un tempo inferiore del 60%.

L’interfaccia è la stessa presente dalla prima versione: le icone si sviluppano in orizzontale, lungo il bordo inferiore della TV, sfruttando icone di semplice consultazione e lettura.

Abbiamo poi ovviamente una serie di App preinstallate e subito fruibili come i vari servizi di streming on demand come Netflix, Amazon Prime Video, Youtube che potranno essere integrate da altre scelte a nostro piacimento scelte nel LG Content Store.

Philips, Sony e Sharp utilizzano l’Ecosistema Android Tv di Google, un sistema molto versatile e in grado di offrire, molto probabilmente, la più ampia disponibilità di applicazioni. 

Adottano come interfaccia grafica uno stile molto simile a quello di Tizen e WebOS trovando icone colorate e piatte, facilmente identificabili e semplici da scorrere.

Le versioni di Philips e Sony sono praticamente identiche se non fosse per qualche funzione proprietaria presente nei modelli Top di Gamma come la ricerca tramite assistente Vocale.

I punti di forza di Android TV sono chiaramente nell’offerta di applicazioni e servizi, infatti avendo all’accesso al Google Play Store abbiamo una quantità di App non paragonabile a quella dei competitors e la possibilità di dare alla Tv il controllo degli apparati Domotici con a bordo il sistema operativo di Google

Panasonic utilizza My Home Screen 2.0 derivato dallo sviluppo del defunto Firefox OS che venne utilizzato per non uniformarsi ai suoi concorrenti; scelta coraggiosa intrapresa per emergere in un mercato molto piatto ed uniformato.

Dopo l’abbandono di Mozilla Panasonic  ha continuato da sola lo sviluppo della App in formato HTML 5 dando la possibilità a tutti di creare nuove App in modo molto semplice e rapido, anche qui ci sono le app di base come Netflix e YouTube in 4K e HDR. Le novità migliori della nuova interfaccia sono comunque il media player compatibile con contenuti 4K e HLG.

Infine il più grande produttore cinese HiSense con la piattaforma Vidaa U la quale ora è molto più veloce e ci da la possibilità di crearci la nostra interfaccia grafica, impostando ad esempio l’accesso diretto alle varie sorgenti connesse agli ingressi HDMI(come anche in Tizen).

Dispone di un browser Internet, web store con oltre 200 applicazioni, supporto ai codec HEVC/VP9 per contenuti 4K di Amazon, YouTube, Netflix e Amazon Prime Video.

La navigazione tra i vari menù infine è stata totalmente rivista per garantire l’accesso diretto ai vari settaggi premendo i tasti del telecomando al massimo tre volte.

 

 

rate

Rispondi

More 2 posts in tecnologia category
Recommended for you
Il Futuro della Televisione, non il nostro …

 L’intento di questo e dei prossimi articoli non è quello di spiegarvi quale saranno i...