Vai a…

BetaPress.it quotidiano on line

Gruppo Editoriale CCEditore. Ente di formazione accreditato Ministero Istruzione Università e Ricerca

Iscriviti al giornale tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a betapress e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi articoli.

Unisciti a 2.500 altri iscritti

RSS Feed

16 agosto 2018

Music

BACCHIGLIONE BEAT

BACCHIGLIONE BEAT Non tutti sanno che negli anni sessanta la città di Padova pullulava di complessi musicali (oltre 150) e veniva definita la Liverpool d’Italia. Lungo il fiume Mersey a Liverpool erano centinaia i locali che ospitavano band legate alla Beat Generation e “Bacchiglione Beat” (il Bacchiglione è il fiume che attraversa la città di

rate

Morgan e Maria: lo show è mio e lo gestisco io!

  Caro lettore, non amo particolarmente la musica dei BLUVERTIGO tranne alcuni indiscussi capolavori come “Fuori dal tempo” e “Altre forme di vita” di “Metallo non metallo” del 1997 e “La Crisi” tratto dall’album “Zero – ovvero la famosa nevicata dell’85” del 1999 ma sicuramente amo la musica e gli artisti veri! Morgan, personaggio controverso,

rate

HENRY PADOVANI: THE SECRET POLICEMAN

HENRY PADOVANI: THE SECRET POLICEMAN     STING! Chi non ha mai sentito parlare dell’istrionico “milkman son”? Gordon Matthew Thomas Sumner in arte STING è nato a Wallsend, nella periferia a nord di Newcastle in Inghilterra il 2 ottobre 1951, da Audrey Cowell, una parrucchiera, ed Eric, appunto, un lattaio. La sua vita, le sue

rate

TRENCHES

Trenches    Ho accolto con grande entusiasmo l’invito dell’amico (e Direttore Responsabile di BetaPress.it) Corrado Faletti di dare un mio personale giudizio al primo lavoro degli STOLEN APPLE: “Trenches”.   E lo ringrazio pubblicamente per avermi fatto scoprire questo progetto che è arrivato come una boccata d’aria fresca! Prima di ricevere il cd da parte

rate

WHAT’S YOUR FAVORITE COLOUR?

WHAT’S YOUR FAVORITE COLOUR?   Mi sono laureato in Antropologia con una tesi in paleontologia umana pubblicata in varie riviste del settore e non ho mai provato imbarazzo nell’uso della parola “negro”. Purtroppo negli ultimi secoli i cugini d’oltralpe e più in su gli snob “cockney” hanno dato a questo termine, che in sé non ha nulla di offensivo, un significato dispregiativo. Per quanto ai nostri giorni il “politicamente corretto” possa

rate

Festival di San Remo, ultima fortezza del monopolio della Musica!

  Ma com’è possibile che ancor oggi continui ad esistere “il Festival della Canzone Italiana”, detto comunemente “Festival di Sanremo”? Una domanda che mi pongo da anni, dal lontano 1975! Lo storico britannico Eric J.E. Hobsbawm (1917-2012), nel suo celebre volume Age of extremes The short twentieth century, 1914- 1991 (1994) ha definito il secondo dopoguerra in Italia una nuova «età dell’oro», mettendo in evidenza

rate

EDDIE VAN HALEN

EDDIE VAN HALEN   10 ottobre 2004: matrimonio del sottoscritto (PERTH N.d.R. 😉 ). La Chiesa (una delle più belle d’Italia): gli “Eremitani”, limitrofa alla “Cappella degli Scrovegni”, dove i capolavori di Giotto hanno segnato la storia del 1300 in Italia (e nel mondo!). La festa a Villa Molin (sempre a Padova). 350 gli invitati, 35 i tavoli ed ognuno con un

rate

I FAVOLOSI ANNI 70

I FAVOLOSI ANNI 70   Questo mio articolo nasce da un dialogo con un caro amico rocker che, proprio oggi è diventato papà del secondogenito Antonio. Quale migliore dedica ed augurio…. AUGURI NINNO!!! Difficile stilare un elenco di artisti italiani ed internazionali che hanno solcato il decennio 71-80: i favolosi anni ‘70. Ne citerò alcuni tenendo presente che molti di essi (alcuni ahimè, sono

rate

KRISTEN PFAFF

KRISTEN PFAFF   Mi colpì molto la morte di Kristen Pfaff per overdose da eroina e mi chiesi allora (e mi chiedo ancor oggi) cosa spinse una bella, brava e talentuosa ragazza a distruggersi con la droga! Morì a Seattle, patria del Grunge, il giorno del mio compleanno circa una ventina di anni fa: il

rate

NEW YEARS DAY

NEW YEARS DAY   “Katyn” è stato uno dei film che amo di più di Andrzej Wajda, regista polacco, a mio avviso tra i più prolifici del diciannovesimo e del ventesimo secolo. Il film narra la vicenda del massacro di 22.000 ufficiali e soldati polacchi, trucidati nella foresta di Katyń nel 1940 dall’NKVD (commissariato governativo

rate
Post più vecchi›› ‹‹Post più recenti
WP to LinkedIn Auto Publish Powered By : XYZScripts.com