Frida: l’amore sopra tutto.

Magdalena Carmen Frida Kahlo y Calderon, meglio conosciuta come Frida Kahlo è una delle pittrici più famose al mondo.
La vita tormentata, la sofferenza, il coraggio di non abbattersi di fronte alle ingiustizie, hanno fatto di Frida un modello di ispirazione che ancora ai nostri giorni desta un successo non indifferente.
La solitudine fu sua compagna e l’arte l’unica finestra sul mondo, fu in grado di non passare alla storia con l’etichetta dell’artista disabile quanto piuttosto della pittrice in grado di riprodurre attraverso i dipinti la sua interiorità; i suoi scritti rappresentano un inno alla vita, un messaggio di speranza, quasi fosse un grido che invoca a non mollare anche quando tutto attorno sembra perduto.
Migliaia di pagine sono state dedicate alla paradigmatica pittrice e all’osservazione di ogni fase della sua vita, ma spesso demarcata resta l’attenzione posta su Diego Rivera.
Ho avuto due grandi incidenti nella mia vita. Il primo fu quando un tram mi mise al tappeto, l’altro fu Diego”, così esordiva Frida Kahlo quando raccontava del suo più grande amore.
La loro storia è passata agli annali sia per l’intensità di questo rapporto che per le stravaganze.
Frida e Diego convolarono a nozze per due volte; pur consapevole di avere accanto un uomo che mai sarebbe stato completamente suo, nel 1929 decise di sposarlo.
Il loro rapporto fu vessato dai tradimenti a causa dei quali, appena dieci anni dopo la loro unione, la Kalho lo lasciò dopo aver scoperto l’ennesima infedeltà (Diego l’aveva tradita con la sorella Cristina).
Diego fece ritorno da Frida un anno dopo: disse che malgrado i tradimenti non aveva mai smesso di amarla, le fece una nuova proposta di matrimonio e lei accettò.
Senza dubbio il loro fu un’amore a prima vista, la stessa pittrice a lui dedicava gran parte delle sue poesie “È lecito inventare verbi nuovi? Voglio regalartene uno: «io ti cielo», così che le mie ali possano distendersi smisuratamente, per amarti senza confini.”
È stata la storia più tormentata dell’arte caratterizzata da battaglie, liti che fanno scappare e ti amo che fanno ritornare laddove si è lasciata l’anima.
La vita di Frida è stata breve ma intensa e seppur crudele sotto tanti punti di vista la grandezza della sua arte, la capacità di amare senza limiti ha sovrastato qualsiasi pregiudizio e qualunque etichetta, riuscendo a trasformare la sua sofferenza in arte, il suo coraggio in esempio; come quando prese consapevolezza di dover andare e affidò il suo ultimo pensiero al suo diario:
“spero che l’uscita sia gioiosa e spero di non tornare mai più”.

rate

Rispondi

WP to LinkedIn Auto Publish Powered By : XYZScripts.com